fbpx

Ascolto e Prevenzione nelle scuole

Sportello d’Ascolto per la Prevenzione e la cura del Disagio Psicologico e Scolastico

                 Durata              Destinatari                          Sede
 dal 2011, attualmente in corso

 

2019/ 2020: ”Laboratori emotivi e gestione dei conflitti in classe”

 Insegnanti, genitori e alunni

Insegnanti e alunni

Scuola Primaria G. Rodari I.C.S. Bellizzi
Scuola Media Gaurico I.C.S. Bellizzi                                          I.C.S. ”Picentia” Pontecagnano FaianoI.C.S ”Picentia” Pontecagnano Faiano

Obiettivo del progetto

Lo Sportello D’Ascolto è nato, e continua a proporsi, come uno spazio professionalmente specializzato in cui far convergere tutte le richieste d’aiuto ed i problemi ancora “senza voce”, affrontare le difficoltà di apprendimento e di relazione e costruire nel tempo con gli insegnanti uno stile osservativo e un modello di comprensione dei problemi che ne permettano sia una prevenzione concreta e continua, sia una risoluzione profonda e realistica. Il progetto mira quindi a prevenire il disagio scolastico negli alunni, negli insegnanti e nei genitori, individuare ed intervenire su situazioni di disagio che compromettono l’apprendimento con una valutazione psico-diagnostica, quando necessario, ed indicazioni terapeutiche.

Metodologia

Il progetto si articola in una molteplicità di livelli d’intervento che trovano il loro orizzonte comune nella costruzione di una collaborazione sinergica e costruttiva tra équipe specialistica, docenti, alunni e genitori.

Lo Sportello prevede :

  • incontri settimanali o quindicinali con alunni, insegnanti e genitori che ne facciano richiesta, programmati dalla stessa équipe specialistica.
  • Osservazioni in classe degli alunni e degli insegnanti per comprendere le dinamiche disfunzionali e attuare strategie per riconoscere il problema e quindi intervenire.
  • Pianificazione di interventi e percorsi differenziati, individuali o di classe.
Risultati raggiunti

Gradualmente si è riusciti ad instaurare un clima di rispettosa collaborazione sia con gli insegnanti che con i genitori che ha permesso di intervenire nei problemi e nelle emergenze e promuovere lo sviluppo di competenze osservative e strategiche per prevenire situazioni problematiche e saperle riconoscere precocemente, favorendo l’autonomia che richiede il ruolo di educatore responsabile. Il progetto ”Laboratori emotivi e conflitti in classe” ha permesso di lavorare sull’emotività degli alunni, offrendo strategie nella gestione delle emozioni e di conseguenza riducendo i conflitti che si generano tra pari.